Temi caldi chiudere

La Vita in Diretta Estate, Andrea Delogu si sente male durante la puntata: il gesto di Marcello Masi

Momenti di apprensione nell’ultima puntata de La Vita in Diretta Estate, il contenitore estivo del pomeriggio di Rai 1 arrivato alle sue battute finali. La conduttrice Andrea Delogu si è sentita poco bene durante la diretta e il collega Marcello Masi

Momenti di apprensione nell’ultima puntata de La Vita in Diretta Estate, il contenitore estivo del pomeriggio di Rai 1 arrivato alle sue battute finali. La conduttrice Andrea Delogu si è sentita poco bene durante la diretta e il collega Marcello Masi è intervenuto prontamente. Già prima di andare in onda aveva avvisato su Twitter che era una giornata “no” per lei: “Oggi sono uno straccio“, aveva scritto.

Nonostante questo è riuscita a tenere duro per quasi tutta la puntata fino a quando, durante uno degli ultimi collegamenti, si è sfilata le scarpe con i tacchi e si è seduta per terra a gambe incrociate, forse temendo uno svenimento. E a quel punto, Marcello Masi, per non far notare le difficoltà della sua collega, ha fatto lo stesso, sedendosi accanto a lei senza fare domande per non preoccupare il pubblico. Un gesto non scontato, apprezzato dai fan e soprattutto dalla Delogu, che poi ha voluto ringraziarlo dell’accortezza su Instagram: “Quando il tuo collega si siede accanto a te per non far notare che in questa giornata hai ceduto un po’, allora è il tuo collega del cuore”, ha scritto pubblicando una foto del momento.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro. Diventate utenti sostenitori cliccando qui. Grazie Peter Gomez

GRAZIE PER AVER GIÀ LETTO XX ARTICOLI QUESTO MESE.

Ora però siamo noi ad aver bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Noi siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti ogni giorno. Ma la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre ricavi limitati. Non in linea con il boom accessi a ilfattoquotidiano.it. Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana. Una piccola somma ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano! Diventa utente sostenitore! Con riconoscenza Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente Io e Te, l’addio di Pierluigi Diaco: “Non abbiamo ricevuto l’esito del tampone… La Rai non ci autorizza a tornare in onda” next
Articolo Successivo La partita del cuore, Alessandra Amoroso si infortuna in campo: “Non va bene, mi sono fatta male” next
Simili scatti