Temi caldi chiudere

Bonus bollette 600 euro ai dipendenti: come funziona?

Si tratta di un Fringe Benefit che i datori di lavoro hanno facoltà di erogare ai propri dipendenti. I datori di lavoro, quindi,

È in arrivo un bonus da 600 euro per contrastare il caro bollette. Si tratta di un Fringe Benefit che i datori di lavoro privati hanno facoltà di erogare ai propri dipendenti. I datori di lavoro, quindi, possono scegliere liberamente se pagare o rimborsare i costi delle utenze domestiche per acqua, gas ed elettricità dei propri lavoratori dipendenti. Per il datore di lavoro sono soldi interamente deducibili. Con il decreto Aiuti bis il Governo ha concesso alle aziende la possibilità di erogare in favore dei propri dipendenti un benefit finalizzato a pagare le utenze domestiche e di inserirli tra le somme del welfare aziendale che passa da 258 a 600 euro all’anno.

Il bonus viene erogato sotto forma di “Fringe benefit” e consiste in un rimborso da parte dall’azienda al lavoratore per pagare i consumi energetici. E’ quindi escluso dal reddito di lavoro dipendente ai fini IRPEF e dalla base imponibile contributiva. I datori di lavoro possono scegliere di fornire il benefit anche oltre i 600 euro nell’anno di imposta 2022 ma la somma aggiuntiva sarà tassata. 

Cosa prevede il decreto Aiuti bis

Il decreto Aiuti bis modifica la soglia di non concorrenza reddituale del fringe benefit, che viene innalzata per il 2022 a 600 euro.

L’art. 12, c. 1 del D.Lgs. n. 115/2022 stabilisc che:

Limitatamente al periodo d’imposta 2022, in deroga a quanto previsto dall’articolo 51, comma 3, del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, non concorrono a formare reddito il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati ai lavoratori dipendenti nonchè le somme erogate o rimborsate ai medesimi dai datori di lavoro per il pagamento delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell’energia elettrica e del gas naturale entro il limite complessivo di euro 600. 

Il Decreto Aiuti bis, quindi, all’art. 12, ha incluso nei fringe benefit aziendali anche le spese per le utenze domestiche. La soglia di esenzione è stata innalzata fino a 600 euro, ricordiamo che, l’art 51, comma 3 del TUIR prevede un tetto di 258,23 euro all’anno. Le somme eccedenti tale limite sono considerate reddito da lavoro dipendente e sono tassate.

L’agevolazione è applicabile fino alla fine del 2022, anche in modo retroattivo.

Come funziona?

I datori di lavoro possono decidere di erogare entro la fine dell’anno un bonus fino 600 euro, sotto forma di fringe benefit, ai propri dipendenti direttamente in busta paga o come rimborso. La somma è interamente deducibile dal datore di lavoro, per il lavoratore tali somme sono escluse dal reddito IRPEF.

Il bonus finanzia le spese delle utenze domestiche, come le bollette della luce, del gas e dell’acqua che il lavoratore dipendente ha pagato, o deve ancora pagare, nel corso del 2022.

Attualmente, non è ancora chiaro come devono essere erogati questi contributi da parte dell’azienda. Occorre attendere qualche chiarimento da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Chi può beneficiarne?

 Stando alle regole generali sui fringe benefit, rientrano tra i datori di lavoro, sempreché abbiamo dipendenti anche i lavoratori autonomi, gli enti pubblici economici e i soggetti che non svolgono un’attività commerciale. I beneficiari sono tutti i lavoratori dipendenti. Restano esclusi:

  • collaboratori tipo CO.CO.CO, amministratori, lavoratori autonomi occasionali;
  • altri soggetti percettori di redditi di lavoro assimilato, come per esempio i tirocinanti;
  • i lavoratori delle Pubbliche amministrazioni.
Simili scatti
Archivio notizie
  • Marta Flavi
    Marta Flavi
    Marta Flavi: Età, Marito, Figli, Malattia, Ex Compagno
    7 giorni indietro
    7
  • Andrea e Alessandra
    Andrea e Alessandra
    Andrea Zenga e Alessandra Sgolastra sono tornati insieme?/ L ...
    10 Ott 2018
    3
  • Pandemia
    Pandemia
    Coronavirus, epidemia e pandemia: la differenza secondo l'Oms
    25 Feb 2020
    1
  • Fatto Quotidiano
    Fatto Quotidiano
    Elezioni politiche, i dati definitivi: l’analisi di Peter Gomez
    26 Set 2022
    3
  • Terremoto
    Terremoto
    Indonesia, terremoto a Giava. Il bilancio si aggrava: decine di vittime
    6 giorni indietro
    61
  • Minari
    Minari
    Minari, la recensione: un racconto di autentica dolcezza ad altezza bambino
    26 Apr 2021
    1
Scatti più popolari di questa settimana