Temi caldi chiudere

Domani i colloqui confine con Bielorussia. I russi attaccano, Kharkiv resiste. Putin allerta le ...

Da un lato Putin, dopo aver definito «illegittime» le sanzioni adottate dai paesi occidentali, ha ordinato l’allerta del sistema difensivo nucleare russo. Dall’altro l’Ucraina conferma i negoziati con la Russia al confine con la Bielorussia. Intan
Kiev: obiettivi strategici di Putin falliti, resistiamo

«Vladimir Putin non è riuscito a raggiungere nessun obiettivo strategico in tre giorni e mezzo di guerra. Voleva un’operazione lampo ma tutte le forze ucraine hanno resistito e continuano a resistere. Nessuna grande città è in mano dei russi». Lo ha detto il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba, in conferenza stampa.

Il bilancio di vittime e profughi

I civili morti finora sarebbero almeno 64, secondo l’Onu. Il Governo ucraino ne conta invece già oltre 210 e più di 1.100 sarebbero i feriti dall’inizio dell’invasione russa nel Paese. Moltissimi gli ucraini in fuga, oltre 150mila hanno trovato rifugio in Polonia e Romania. In totale sarebbero 368mila i rifugiati che al momento hanno lasciato l’Ucraina dall’inizio dell’aggressione militare russa. Lo ha reso noto l’Unhcr, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati. Secondo la commissaria europea agli Affari Interni, Ylva Johansson «dobbiamo prepararci» all’arrivo di «milioni di rifugiati».

Tra i russi invece ci sarebbero stati oltre 4.300 soldati morti secondo quanto riferito dal ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba in conferenza stampa.

Ucraina: abbiamo ripreso Kharkiv, cacciate le truppe russe

Le forze ucraine hanno ripreso il controllo di Kharkiv e hanno cacciato le truppe russe. Lo annuncia il governatore ucraino di Kharkiv. Lo ha rivendicato il governatore della regione, Oleg Sinegoubov, poche ore dopo l’annuncio dell’ingresso delle truppe russe e di combattimenti strada per strada. «Il controllo di Kharkiv è completamente nostro - ha detto -. Le Forze armate, la polizia e le forze di difesa sono operative e il nemico è stato sradicato».

Ue chiude i cieli alla Russia, si valuta stop anche a navi

Prevista, per questo pomeriggio, l’intesa a livello Ue sul blocco di tutte le compagnie aree russe dallo spazio aereo comunitario. Lo spiega un alto funzionario europeo in vista del Consiglio Affari Esteri di oggi. La maggioranza dei Paesi ha già chiuso, in queste ore, lo spazio aereo alla Russia ma la misura rientrerà nel terzo pacchetto di misure che Bruxelles mette in campo e che comprende anche l’esclusione selettiva da Swift e il congelamento degli asset in valuta straniera della Banca centrale russa. In un successivo pacchetto, spiega la stessa fonte, l’Ue potrebbe procedere al blocco anche dello spazio marittimo per Mosca

Simili scatti
Scatti più popolari di questa settimana