Temi caldi chiudere

Guerra Ucraina, domani i negoziati. Kiev: “Esito può essere la pace, non la nostra resa”. Putin allerta siste…

Forti esplosioni a Kiev, colpito l’aeroporto. Accerchiate anche Kherson e Berdiansk. La Bielorussia: «Le sanzioni spingono i russi alla guerra atomica». Gli al…

Il conflitto in Ucraina non si ferma. Mentre a Kiev, dove vige il coprifuoco, si registrano forti esplosioni, le forze ucraine dichiarano di aver ripreso il controllo di Kharkiv e cacciato le truppe russe. Domani mattina si terranno i colloqui tra le due delegazioni al confine fra Ucraina e Bielorussia, intanto la comunità internazionale si muove su più fronti.  Al G7 esteri e al Consiglio Affari Esteri si discute dalle sanzioni, all'invio di mezzi militari e risorse finanziarie all'Ucraina. 

La Russia è sempre più isolata nella comunità internazionale: Stati Uniti, Canada, Unione Europea, Gran Bretagna e Giappone hanno inasprito le sanzioni, annunciando l’esclusione di Mosca dal sistema swift (ecco cos’è) per la transazioni bancaria. Il leader russo Putin ha definito le sanzioni «illegittime» e ha ordinato la messa in stato di allerta del sistema di deterrenza nucleare. Intanto Italia, Germania, Spagna, Irlanda, Danimarca, Finlandia, Austria e Belgio si aggiungono alla lista dei Paesi che hanno chiuso lo spazio aereo a Mosca. Si valuta anche lo stop anche alle navi. 

Guerra in Ucraina, Kiev resiste: assediata da bombe e attacchi aerei. La capitale non si piega elisabetta piqué 27 Febbraio 2022

16,40 – Portavoce Casa Bianca: da Putin minacce fabbricate«La decisione di Vladimir Putin di ordinare lo stato di massima di allerta delle forze di deterrenza rientra nella strategia del Cremlino di un'escalation non provocata e di minacce fabbricate». Lo ha detto all'Abc la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, secondo cui si tratta di «uno schema che abbiamo visto da parte del presidente Putin durante questo conflitto, che è quello di fabbricare minacce che non esistono per giustificare un'ulteriore aggressione e la comunità globale e il popolo americano dovrebbero guardarvi attraverso questo prisma». Dinanzi a questo schema, ha assicurato Psaki, «abbiamo la capacità di difenderci, ma dobbiamo anche rispondere a quello che vediamo dal presidente Putin».

16,35 – Ucraina, Pentagono: stiamo accelerando consegna armi e aiutiGli Stati Uniti stanno accelerando la consegna di armi e aiuti all'Ucraina. Lo afferma un funzionario del Pentagono citato dai media americani.

16,30 – Ucraina: più di 4.000 fermi da inizio proteste in RussiaSono più di 4.000 le persone fermate in Russia dall'inizio delle proteste contro la guerra. Lo riferisce il gruppo di monitoraggio indipendente Ovd-Info, citato dalla Cnn. Per la precisione, le autorità russe hanno fermato 4.124 persone per aver partecipato a proteste non autorizzate in tutto il Paese, da quando il Cremlino ha ordinato l'invasione dell'Ucraina.

Ucraina, Putin messo all'angolo minaccia di usare l'atomica: si apre lo scenario della mediazione, ecco chi potrebbe portare la pace

16,23 – Ue: prepariamoci all'arrivo di milioni di rifugiati«Dobbiamo prepararci all'arrivo di milioni di rifugiati». Così la commissaria europea agli Affari Interni, Ylva Johansson, entrando al consiglio straordinario dei ministri dell'Interno Ue che deve discutere dell'emergenza rifugiati legata all'invasione russa dell'Ucraina.

16,20 – Colloqui delegazioni Kiev-Mosca si terranno domaniI colloqui tra le delegazioni russa e ucraina si svolgeranno domani mattina. Lo ha detto il vice ministro dell'Interno ucraino Evgeny Yenin, secondo quanto riporta Cnn.

16,15 – Colpiti due depositi di scorie radioattive vicino KievL’Ucraina ha informato l'Iaea (Agenzia internazionale per l'energia atomica) che i bombardamenti russi di sabato notte hanno colpito due impianti per lo stoccaggio dei rifiuti nucleari nei pressi di Kiev. L’Ucraina produce metà della sua energia in 15 impianti sparsi nel paese. L'Iaea rassicura che non ci sono state fughe di radiazioni.

16,12 – Ucraina, colloquio telefonico Draghi - BerlusconiIl Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto una conversazione telefonica con il presidente di FI, Silvio Berlusconi. Al centro del colloquio gli ultimi sviluppi della crisi in Ucraina.

16,06 – Ucraina, Kuleba: coi russi discuteremo solo del loro ritiro«Kiev ascolterà ciò che la Russia ha da dire e discuterà del ritiro dei soldati russi dall'Ucraina per porre fine all'occupazione». Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, riferendosi ai negoziati con Mosca. «Dopo diverse battute d'arresto subite dall'esercito russo, hanno annunciato di essere pronti a discutere senza precondizioni. Questa è una vittoria per l'Ucraina», ha aggiunto nel corso di un puntostampa.

15,55 – Nato condanna la minaccia nucleare di Putin Il numero uno della Nato, Jens Stoltenberg, ha condannato come «irresponsabile» e «pericoloso» il comportamento del presidente russo, Vladimir Putin, che ha posto in stato di allerta le forze di deterrenza, comprese quelle nucleari.

15,52 – Ministro Esteri ucraino: se Putin usa armi nucleari catastrofe per il mondoL’allerta delle forze nucleari della Russia è un modo per «mettere pressioni» sulla delegazione ucraina in viaggio verso la Bielorussia per negoziare con i russi. Lo ha detto il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba in conferenza stampa. «Noi andiamo al negoziato per ascoltare, siamo pronti per trattare l'uscita delle truppe dal nostro Paese: se Putin usa le armi contro di noi sarà una catastrofe per il mondo, ma non ci spezzerà».

Guerra in Ucraina, sale il terrore in Russia per lo stop ai pagamenti Swift: file interminabili per ritirare contanti

15,50 – Kiev: dai colloqui con Mosca può arrivare la pace ma non la “resa”Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, non ha escluso che il risultato dei colloqui con la Russia sarà la pace, ma ha sottolineato che non si parla di una «caduta» di Kiev. «L'Ucraina non capitolerà e non intende cedere neanche un millimetro del proprio territorio nei negoziati con la Russia» ha dichiarato il ministero degli Esteri di Kiev, citato dalla Tass.

15,39 –Ucraina: tutte le banche russe fuori da Swift, niente trucchi per fare affariL'Ucraina chiede ai partner che la sostengono di escludere del tutto la Russia da Swift. «Alcuni Paesi stanno cercando di escludere certe banche dal bando da Swift, così da imporre sanzioni con una mano e continuare a fare affari con la Russia con l'altra. Non fatelo. La storia vi giudicherà» ha detto il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba.

15,38 – Kiev ai partner: imporre subito embargo a gas e petrolio russoL'Ucraina chiede ai partner che la sostengono di imporre un embargo immediato al petrolio e al gas russo, sporco del nostro sangue. Così il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba.

15,30 – Johansson: “300 mila ucraini entrati nella Ue fino ad ora”«Finora almeno 300 mila ucraini sono entrati nei territori dell'Ue» ha annunciato la commissaria europea agli Affari interni, Ylva Johansson, al suo arrivo al Consiglio straordinario affari interni sull'Ucraina. «Sono orgogliosa di come i cittadini ai confini europei stiano mostrando solidarietà concreta con gli ucraini in fuga da questa terribile guerra», ha aggiunto.

15,29 – Johansson: applicare direttiva protezione temporanea«Sarebbe il tempo giusto per applicare la direttiva di protezione temporanea, per dare la giusta protezione alle persone in fuga dall'Ucraina. È qualcosa che discuteremo oggi, tenendo in considerazione le varie posizioni degli Stati membri» ha dichiarato la commissaria europea agli Affari interni, Ylva Johansson, al suo arrivo al Consiglio straordinario affari interni sull'Ucraina. La direttiva non è mai stata applicata finora e la Danimarca non vi partecipa. Si tratta di uno strumento per dare una protezione immediata e temporanea per gli sfollati promuovendo - senza quote obbligatorie - un equilibrio degli sforzi tra i paesi dell’Ue che ricevono gli sfollati.

15,27 – Usa: “Escalation Putin inaccettabile”«Il presidente Putin sta continuando l'escalation di questa guerra in una maniera che è totalmente inaccettabile e dobbiamo continuare ad arginare le sue azioni nel modo più forte possibile». Lo ha detto l'ambasciatrice americana all'Onu, Linda Thomas Greenfield, parlando con la Cbs, dopo che Vladimir Putin ha ordinato la messa in stato di allerta delle forze di deterrenza russe.

L'efficacia dei missili Stinger ucraini contro la flotta aera russa: così riescono ad abbattere un cacciabombardiere e un elicottero

15,21 – Kiev: “Obiettivi strategici di Putin falliti, resistiamo”«Vladimir Putin non è riuscito a raggiungere nessun obiettivo strategico in tre giorni e mezzo di guerra. Voleva un'operazione lampo ma tutte le forze ucraine hanno resistito e continuano a resistere. Nessuna grande città è in mano dei russi». Lo ha detto il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba, in conferenza stampa.

15,19 – Johansson: “300 mila ucraini entrati nella Ue fino ad ora”«Finora almeno 300 mila ucraini sono entrati nei territori dell'Ue». Lo ha annunciato la commissaria europea agli Affari Interni, Ylva Johansson, al suo arrivo al Consiglio straordinario affari interni sull'Ucraina. «Sono orgogliosa di come i cittadini ai confini europei stiano mostrando solidarietà concreta con gli ucraini in fuga da questa terribile guerra», ha aggiunto.

14,56 – Le accuse della Difesa russa: “Ucraini usano armi al fosforo”Il ministero della Difesa russo, citato dall'agenzia Tass, accusa l'esercito ucraino di fare un uso massiccio di munizioni caricate con il fosforo alla periferia di Kiev.

14,50 – Zelensky, incontriamo i russi senza precondizioni. Lukashenko si è assunto la responsabilità di garantire sicurezza«Abbiamo convenuto che la delegazione ucraina si sarebbe incontrata con la delegazione russa senza precondizioni al confine ucraino-bielorusso, vicino al fiume Pripyat». Lo afferma in un messaggio su Telegram il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, confermando l'incontro negoziale con la Russia. Durante la conversazione telefonica con il presidente bielorusso, «Alexander Lukashenko si è assunto la responsabilità di garantire che tutti gli aerei, elicotteri e missili di stanza sul territorio bielorusso rimangano a terra durante il viaggio, i colloqui e il ritorno della delegazione ucraina», ha concluso Zelensky.

14.39 – Anche l'Ucraina conferma i negoziatiAnche da parte ucraina arriva la conferma dei negoziati con la Russia. I contatti, ha spiegato l'ufficio del presidente Zelensky, si svolgeranno al confine con la Bielorussia.

14,35 – Proteste contro guerra a S.Pietroburgo, interviene poliziaNuove proteste contro la guerra in Ucraina si stanno tenendo a San Pietroburgo, in Russia. La polizia sta sgomberando i manifestanti, secondo quanto si vede dalle immagini trasmesse dalle televisioni internazionali.

14,31 – Delegazione ucraina diretta a Gomel, negozierà con il governo di Minsk e non con quello di MoscaLa delegazione ucraina che si sta dirigendo a Gomel, in Bielorussia, negozierà con il governo di Minsk e non con quello di Mosca. Lo scrive la Pravda Ukraine citando proprie fonti. L'obiettivo, riferiscono le fonti, è quello di «evitare che la Bielorussia partecipi alla guerra».

14,20 Putin ordina l'allerta del sistema difensivo nucleare russo. “Dichiarazioni aggressive da Paesi Nato”Putin ordina l'allerta del sistema difensivo nucleare russo. Lo riporta la PA. «I Paesi occidentali non solo stanno prendendo azioni economiche non amichevoli contro il nostro Paese, ma i leader dei principali Paesi della Nato stanno facendo dichiarazioni aggressive sul nostro Paese». Lo ha denunciato il presidente russo Vladimir Putin, ordinando lo stato di massima allerta per le forze di deterrenza nucleare.

Guerra in Ucraina, chi può fermare davvero la furia di Putin? I cinque profili che potrebbero mettere fine al dominio dello Zar

14,14 - La Francia vuole chiedere l'esclusione della Russia dai MondialiFrancia è pronta a chiedere l'esclusione della Russia dai prossimi Mondiali di calcio. Lo ha detto Noël Le Graët, presidente della federazione calcistica francese (FFF), nel corso di una intervista a Le Parisien. La Federcalcio transalpina è pronta a discutere, dopo l'inizio della guerra in Ucraina, una possibile reazione in caso di richiesta simbolica di esclusione della squadra russa (che dovrà disputare gli spareggi di qualificazione il 24 e 28 marzo) dal prossimo Mondiale organizzato dal 21 novembre al 18 dicembre 2022 in Qatar.

14,00 – Nuova forte esplosione a Kiev«Una forte esplosione è stata sentita nel centro di Kiev». Lo riferisce il The Kyiv independent, uno dei media più attivi sull'informazione nella capitale dell'Ucraina.

13,51 – Sindaco Kiev: resisteremo come potremo. Priorità è difendere il Paese«Resisteremo come e quanto potremo. Noi combattiamo per il nostro Paese. La nostra priorità è difendere l’Ucraina. Ogni cittadino, uomo o donna, combatte per il Paese. Resta il coprifuoco. Nessuno può uscire di casa» ha detto il sindaco di Kiev. 

13,39 – Mosca afferma: Kiev ha accettato colloqui a Gomel. Non ci sono conferme da parte ucrainaUna delegazione ucraina è partita per Gomel, nel sud della Bielorussia, per negoziati con Mosca. Lo ha detto il consigliere di Vladimir Putin e capo della delegazione russa Vladimir Medinsky. L’annuncio è arrivato dopo la notizia della telefonata tra il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e il presidente bielorusso Aleksander Lukashenko. Kiev per il momento non conferma

13,37 – Sindaco Kiev: non ci sono truppe russe in cittàIl sindaco di Kiev Vitali Klitschko ha affermato che non ci sono truppe russe nella capitale. «I nostri militari continuano a individuare e neutralizzare i sabotatori. Ci sono stati scontri e sparatorie durante la notte. Diversi grandi gruppi di sabotaggio sono stati distrutti», ha detto in un videomessaggio ripreso dall'agenzia ucraina Ukrinform.

Guerra Ucraina, si combatte a 30 km da Kiev: lunga colonna di tank russi viene sventrata dagli ucraini a Bucha

13,35 – Campane delle chiese usate come allarmi anti-aereiLe campane delle chiese oggi in Ucraina possono essere utilizzate come allarmi anti-aerei. A rilanciare la notizia è Risu, l'agenzia di informazione religiosa ucraina,

13,22 – Putin: Kiev non ha colto l’occasione per i negoziati

13,10 – Lukashenko a Macron: Minsk ospiterà armi nucleari se lo farà la PoloniaMinsk inviterà Mosca a schierare armi nucleari in Bielorussia se gli Stati Uniti o la Francia le schiereranno in Polonia o in Lituania: lo ha detto il presidente bielorusso, Alexander Lukashenko, riferendo di una conversazione su questo tema avuta ieri con il presidente francese Emmanuel Macron. Lo riporta la Tass.

13.09 – Esercito ucraino: "Abbiamo ripreso Kharkiv"Le forze ucraine hanno ripreso il controllo di Kharkiv e hanno cacciato le truppe russe. Lo annuncia il governatore ucraino di Kharkiv.

13.08 – Telefonata tra il premier israeliano Bennet e Putin, offerta mediazioneIl primo ministro israeliano, Naftali Bennett, ha parlato al telefono con il presidente russo, Vladimir Putin, in un colloquio incentrato sulla guerra in Ucraina e avrebbe offerto un ruolo di mediazione. Lo riporta i media israeliani citando il comunicato ufficiale. Due giorni fa, Bennett aveva sentito il leader ucraino, Volodymyr Zelensky, che gli aveva chiesto di mediare con Putin.

13.07 - Giappone: “Sanzioni a Putin e via banche da Swift”Il Giappone ha deciso di unirsi ai Paesi occidentali per escludere alcune banche russe dal sistema Swift. Lo ha annunciato il premier giapponese Fumio Kishida citato dal Guardian.Il premier ha aggiunto che il suo Paese applicherà sanzioni al presidente russo Vladimir Putin e stanzierà 100 milioni di dollari in aiuti umanitari di emergenza per l'Ucraina.

13.02 – Tre grandi esplosioni vicino al centro di Kiev«Tre grandi esplosioni sono state udite vicino al centro di Kiev». Lo riferisce il 'The Kyiv independent' facendo presente - in un messaggio su twitter - che «non sono ancora stati pubblicati rapporti ufficiali sull'origine delle esplosioni».

13,00 – Ucraina, abbiamo ripreso Kharkiv, cacciate le truppe russeLe forze ucraine hanno ripreso il controllo di Kharkiv e hanno cacciato le truppe russe. Lo annuncia il governatore ucraino di Kharkiv.

12,56 – Minsk: sanzioni spingono Russia verso guerra nucleareLe sanzioni contro la Russia sono «peggio di una guerra. La Russia viene spinta verso una terza guerra mondiale»: lo ha detto oggi il presidente bielorusso Alexander Lukashenko, secondo quanto riporta la Tass. «In una situazione come questa dovremmo essere consapevoli che ci sono tali sanzioni. Si parla tanto di settore bancario, gas, petrolio, Swift. È peggio della guerra. La Russia viene spinta verso una terza guerra mondiale. Dovremmo essere molto riservati e stare alla larga da essa. Perché la guerra nucleare è la fine di tutto».

12,55 – La Ue chiude lo spazio aereo, si valuta stop anche per naviPrevista, per questo pomeriggio, l'intesa a livello Ue sul blocco di tutte le compagnie aree russe dallo spazio aereo comunitario. Lo spiega un alto funzionario europeo in vista del Consiglio Affari Esteri di oggi. La maggioranza dei Paesi ha già chiuso, in queste ore, lo spazio aereo alla Russia ma la misura rientrerà nel terzo pacchetto di misure che Bruxelles mette in campo e che comprende anche l'esclusione selettiva da Swift e il congelamento degli asset in valuta straniera della Banca centrale russa. In un successivo pacchetto, spiega la stessa fonte, l'Ue potrebbe procedere al blocco anche dello spazio marittimo per Mosca.

12,50 – Ucraina, telefonata Zelensky-Lukashenko«Ho parlato con il presidente bielorusso, Aleksandr Lukashenko». Lo scrive su Telegram il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky.

12,30 – Onu, già 368 mila i rifugiati e numero aumenteràIl numero dei rifugiati che scappano dall'Ucraina dopo l'invasione russa ammonta a 368 mila secondo l'Unhcr, l'agenzia Onu per i rifugiati. Si tratta di un bilancio in costante e progressivo aumento. l maggior numero dei rifugiati ucraini si è finora diretto verso la Polonia, ammontando a 156 mila dall'inizio dell'invasione di cui soltanto ieri 77.300. I fuggitivi arrivano al confine in macchina, in treno e persino a piedi, assistiti da volontari delle ong e da privati cittadini. Il resto degli sfollati ha per meta i confini con Moldavia, Ungheria, Slovacchia e Romania.

12,16 – Anche l’Italia chiude lo spazio aereo alla RussiaL'Italia chiude lo spazio aereo alla Russia. Ne dà notizia Palazzo Chigi.

12,13 – Papa: cuore straziato per Ucraina, aprire corridoi umanitari«Penso a mamme e anziani in fuga. La gente comune è la vera vittima. Sono fratelli e sorelle per i quali è urgente aprire corridoi umanitari, vanno accolti» ha detto Papa Francesco nel corso dell’Angelus a Roma.

12,09 – Kiev, inaccettabili ultimatum Mosca su negoziati«La Russia sta cercando di mettere l'Ucraina in condizioni di ultimatum inaccettabili, che abbiamo rifiutato categoricamente molto tempo fa»: lo ha detto il capo dell'ufficio del presidente ucraino, Mykhailo Podoliak, riferendosi a eventuali negoziati con la Russia per porre fine alla guerra. Lo riporta Interfax. L'Ucraina, ha sottolineato, può accettare «un formato concordato (per i colloqui, ndr), una sede concordata, un contenuto reale e un risultato equo», ma solo se la Russia interromperà le manipolazioni su questi colloqui.

11,57 – Zelensky: “Porteremo la Russia alla corte dell'Aja”L'Ucraina ha denunciato la Russia presso la Corte Internazionale di Giustizia (Icj), il principale organo giudiziario delle Nazioni Unite. Lo ha annunciato su Twitter il presidente Volodymyr Zelensky.

11,43 – Ultimatum di Mosca a Kiev: “Risposta sui negoziati entro le 13”I rappresentanti della Russia aspetteranno la risposta dell'Ucraina per un incontro e trattative a Gomel fino alle 15 ora locale, le 13 in Italia. Lo ha detto alla stampa il capo della delegazione russa a Gomel, l'aiutante presidenziale Vladimir Medinsky. «Proponiamo con calma quanto segue: fino alle 15 continuiamo ad essere qui e aspettiamo la risposta della parte ucraina a conferma della propria decisione di avviare trattative a Gomel. Non appena riceveremo questa conferma, incontreremo i nostri colleghi nelle trattative. Siamo a favore della pace», ha detto Medinsky. «In caso di rifiuto di negoziare, tutta la responsabilità dello spargimento di sangue sarà dalla parte ucraina», ha concluso, come riporta Ria Novosti.

11,42 – Appello Zelensky: Visa e Mastercard disconnettete gli utenti russiIl presidente ucraino Zelensky ha lanciato un appello alle società di pagamento Visa e Mastercard chiedendo loro di disconnettere gli utenti russi, dalle imprese ai privati, dai propri servizi. In una lettera fatta circolare sui social, Zelensky, scrive ai responsabili americani dei due colossi di pagamento un «aiuto perché «nel 2022, la tecnologia è la migliore risposta a carri armati, lanciagranate e missili».

11,36 – Ucraina, Onu: 64 civili uccisi e centinaia feritiAlmeno 64 civili sono stati uccisi da quando la Russia ha invaso l'Ucraina e oltre 170 sono rimasti feriti, secondo un bilancio dell'Onu. In totale sono state colpite 240 persone, 64 delle quali sono morte, secondo l'Onu. Inoltre i danni alle infrastrutture civili hanno privato centinaia di migliaia di persone dell'accesso all'elettricità o all'acqua. Centinaia di case, prosegue l'Onu, sono state danneggiate o distrutte, mentre ponti e strade danneggiati dai bombardamenti hanno lasciato alcune comunità tagliate fuori dai mercati.

11,30 – Si combatte nel centro di Kharkiv. Forze russe sono riuscite a superare la difesa della cittàSoldati russi e ucraini stanno combattendo strada per strada nel centro di Kharkiv, la seconda città del Paese dopo Kiev, a pochi chilometri dal confine con la Russia. Il governatore della regione, Oleh Synyehubov, ha ammesso, in un post su Facebook, che le forze russe sono riuscite a superare la difesa della città e ha chiesto ai cittadini che non combattono di rimanere nei rifugi o a casa. A Kharkiv vivono 1,5 milioni di persone. I video diffusi sui social dai residenti mostrano mezzi militari russi in circolazione nelle strade della città attaccata da nord, dalle forze russe in arrivo dalla Bielorussa, e da est, da quelle in arrivo dal Donbass.

11,24 – Anche l’Austria chiude lo spazio aereo ai voli russiVienna è favorevole ad una chiusura dello spazio aereo dell'Ue ai voli russi e in attesa di una decisione in questo senso da parte di Bruxelles ha deciso di chiudere i propri cieli con effetto immediato agli arei della Federazione: lo ha detto la ministra dell'Energia Leonore Gewessler, secondo quanto riporta la Bbc.

11,22 – Germania, Scholz: a fianco dell’Ucraina, siamo dalla parte giusta della storia«Al fianco dell'Ucraina siamo dalla parte giusta della storia». Lo ha detto Olaf Scholz al Bundestag. «Dobbiamo sostenere l'Ucraina in questa situazione disperata». «Gli ucraini combattono per la libertà e la democrazia, per valori che noi condividiamo», ha aggiunto. «Ieri abbiamo deciso la consegna delle armi all'Ucraina. All'aggressione di Putin non poteva esserci altra risposta», ha continuato.

11,10 – Anche Irlanda e Belgio chiudono lo spazio aereo ai voli russiAnche Irlanda e Belgio hanno deciso di chiudere il suo spazio aereo ai voli russi. Da Dublino lo ha reso noto il ministro degli Esteri, Simon Coveney, esortando gli altri partner europei a fare lo stesso. Coveney ha inoltre chiesto oggi «di concordare nuove sanzioni ad ampio raggio» contro Mosca. Sulla sponda belga ad annunciarlo è stato invece il premier Alexander De Croo.

11,08 – Kiev: la Russia ha perso circa 4.300 soldati e 146 carri armatiLa Russia ha perso circa 4.300 soldati e 146 carri armati dall'inizio dell'invasione dell'Ucraina. Lo ha dichiarato la vice ministra della Difesa di Kiev Hanna Malyar, aggiungendo che sarebbero stati abbattuti anche 27 aerei e 26 elicotteri di Mosca.

11.06 – Esplosione in un quartiere residenziale di KievIn via Lavrukhina, a Kiev, le persone sono state evacuate dall’ingresso di un edificio di 16 piani dopo l’incendio e l’esplosione di sette auto private, secondo quanto riferisce l’amministrazione di Kiev. L’onda d’urto ha danneggiato finestre, balconi dal 1° al 15° piano. Ci sarebbero feriti lievi.

11.05 –  Mosca rassicura: “I soldi nelle banche russe sono al sicuro”«Tutti i fondi dei clienti depositati nelle banche russe sono al sicuro e disponibili in qualsiasi momento»: lo ha reso noto oggi la Banca Centrale russa sottolineando di avere le «risorse e gli strumenti necessari a mantenere la stabilità finanziaria e garantire il funzionamento ininterrotto del settore finanziario» del Paese. Lo riporta la Tass.

11,01 – Anche la Danimarca chiude spazio aereo a velivoli russiOltre alla Finlandia, anche la Danimarca ha deciso di chiudere il suo spazio aereo agli aerei russi: lo ha annunciato su Twitter il ministro dei Trasporti, Jeppe Kofod.

10,50 – Media: russi sparano contro un bus di civili a Sumy«I russi hanno sparato contro un bus che trasportava civili nel distretto di Okhtyrka, nella regione di Sumy, nel nord est dell'Ucraina». Lo riferisce Suspilne Sumy spiegando che non si conosce numero delle vittime. Il Kiev Independent riferisce che «le truppe russe non consentono alle ambulanze di avvicinarsi all'autobus e l'area circostante è minata». I media locali spiegando che i medici cercheranno di raggiungere le persone colpite a piedi.

10,38 – Di Maio presiede riunione di coordinamento con l’ambasciata a KievÈ in corso alla Farnesina riunione di coordinamento presieduta da ministro Di Maio con l’ambasciata a Kiev dopo l’ennesima notte di bombardamenti in Ucraina.

10,25 – Londra: il conflitto in Ucraina potrebbe durare svariati anniIl conflitto in Ucraina potrebbe durare «svariati anni»: lo ha detto la ministra degli Esteri britannica, Liz Truss.

10.15 - Lukashenko: “Non c’è un solo soldato bielorusso in Ucraina”«Non c’è un solo soldato bielorusso, non un singolo proiettile in Ucraina», ha detto il presidente bielorusso Alexander Lukashenko, secondo quanto riporta la Tass. Nella notte l’esercito ucraino ha sostenuto di aver neutralizzato stamattina un missile sparato da un aereo bielorusso. Lukashenko ha anche inviato Kiev a mandare una delegazione a Gomel e a sedersi al tavolo dei negoziati con Mosca «se non vuole perdere la sua statualità».

10,09 – Kiev, chiuso mar Nero contro lancio missili da navi russe«L'Ucraina ha chiuso l'area marittima nella parte del Mar Nero per respingere l'aggressione armata della Russia, per proteggere le navi civili dalle minacce e per creare condizioni che consentano alle forze navali ucraine di rispondere alla presenza illegale di navi della Marina Militare russa». Lo scrive il ministero degli Esteri ucraino su Twitter. «L'Ucraina considera criminale utilizzare il proprio spazio marittimo per lanciare attacchi contro terra nell'ambito dell'operazione offensiva della Russia in Ucraina. Le Forze Navali ucraine contano sul supporto degli Stati partner. Il Mar Nero deve tornare ad essere uno spazio di pace, sicurezza e sviluppo», aggiunge.9,59 – Zelensky: siamo appoggiati da una coalizione internazionale«Si è formata una coalizione internazionale per sostenere l'Ucraina, una coalizione contro la guerra». Lo ha affermato il presidente ucraino Zelensky in un video diffuso sui social media, aggiungendo che «stiamo ricevendo armi, medicine, cibo, carburante e denaro».9,52 – Erdogan si propone per una mediazione tra Russia e UcrainaIl capo della comunicazione della presidenza turca, Fahrettin Altun, ha dichiarato che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha proposto una mediazione a Russia e Ucraina per porre le basi per un cessate il fuoco. Altun ha aggiunto che «la Turchia sta facendo tutto il possibile per giungere a una fine del conflitto in corso» e chiesto alle parti coinvolte di «giungere a una posizione comune» che permetta di mediare. Nelle ultime ore si è fatta avanti la possibilità che Istanbul ospiti un vertice tra Russia e Ucraina che favorisca una mediazione e giunga a un cessate il fuoco.

9,43 – Kiev: sconfiggeremo Putin come abbiamo fatto con Hitler«Insieme abbiamo sconfitto Hitler e sconfiggeremo anche Putin»: lo ha dichiarato oggi in un tweet il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, invitando su Twitter i cittadini "stranieri" ad unirsi all'Ucraina per difendere il Paese.

9,40 – Gazprom: “Fornitura all’Europa continuerà regolarmente”Gazprom continuerà a fornire gas russo per il transito in Europa attraverso il territorio ucraino come di consueto. Lo ha detto ai giornalisti il portavoce Sergey Kupriyanov, secondo quanto riporta la Tass. 

9,21 – Zelensky: russi stanno compiendo un genocidio, meritano il tribunaleLe «azioni criminali» della Russia contro l'Ucraina hanno la caratteristica di un «genocidio» e «meritano un tribunale internazionale»: lo ha affermato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un video. Secondo Zelensky, Mosca si sta «vendicando» e le sue truppe hanno deciso di attaccare i civili.9,20 – Zelensky ai cittadini del mondo: unitevi alla guerra contro la RussiaIl presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelenskiy ha chiesto oggi ai cittadini stranieri di tutto il mondo di unirsi alla guerra contro la Russia: è quanto emerge da una dichiarazione del governo pubblicata sul sito web della presidenza. Lo riporta il Guardian. «Il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelenskiy si rivolge a tutti i cittadini del mondo, amici dell'Ucraina, pace e democrazia. Chiunque voglia unirsi alla difesa dell'Ucraina, dell'Europa e del mondo può venire e combattere fianco a fianco con gli ucraini contro i russi criminali di guerra», recita il comunicato.

9,13 – Delegazione russa a Gomel. Kiev: “Russia sa che tentativo colloqui in Bielorussia è inutile”La delegazione russa è arrivata a Gomel, in Bielorussia, per colloqui con l'Ucraina, «sapendo che è inutile»: lo ha detto il consigliere della presidenza ucraina, Mikhail Podolyak, secondo quanto riporta il Guardian. Podolyak ha ribadito la pozione del presidente ucraino Zelensky: «solo negoziati reali, zero ultimatum».

9,12 –Intensi combattimenti a Bucha, colpito palazzoUn palazzo residenziale di Bucha è stato colpito da un missile russo, non si hanno ancora notizie su vittime o feriti. Lo riporta The Kiev Independent. A Bucha, città a circa 30 chilometri da Kiev, sono in corso pesanti combattimenti.

8,50 – Il presidente ucraino Zelensky: “Pronti a trattare ma non in Bielorussia”È stata '«una notte brutale'» quella appena trascorsa. Sono le parole del presidente ucraino Volodymyr Zelensky che ha aggiunto: «I russi stanno attaccando qualsiasi cosa, comprese le ambulanze, stanno attaccando le zone civili» dove non ci sono infrastrutture militari. Il presidente ucraino si è anche detto pronto a trattare, ma non in Bielorussia. E avrebbe indicato come possibili luoghi per i negoziati Varsavia, Budapest o Istanbul.

7,50 – Esplosioni a KharkivSecondo quanto riporta la Bbc un quartiere ovest del centro di Kharkiv è stato scosso questa mattina da un’esplosione, notizia arrivata dopo l'ingresso delle forze russe nella città ucraina. L'esplosione è stata avvertita dopo il suono delle sirene d'allarme.

7,00 – Le truppe russe entrano a Kharkiv: si combatte anche in stradaLe truppe russe sono entrate a Kharkiv, la seconda città più grande dell'Ucraina nel nord est del Paese. Lo ha detto su Telegram Anton Gerashchenko, consigliere del ministero degli Interni di Kiev, spiegando che «un gruppo di forze speciali della Federazione Russa ha appena fatto irruzione in città attraverso Alekseevka. Per strada». Il presidente dell'amministrazione statale regionale di Kharkiv, Oleg Sinegubov, citato da 'Kiev Independent' ha esortato i residenti locali a rimanere nei rifugi.  Scontri sono in corso nella città. La conferma arriva da numerose fonti, tra cui lo stesso governatore di Kharkiv che ha postato un messaggio sulla sua pagina Facebook. Secondo l'agenzia Interfax, che cita il Ministero della Difesa di Mosca, le forze armate russe hanno catturato 471 soldati ucraini che si sono arresi nella regione di Kharkiv.

6,10 – Fumi tossici a Kiev per le fiamme al deposito petrolifero«Chiudete le finestre»: un invito partito dopo il bombardamento notturno sul deposito petrolifero di Vasylkiv, alle porte di Kiev. L'incendio è visibile anche dalla capitale, a circa 40 km di distanza. I servizi di emergenza non possono spegnere le fiamme a causa del fuoco nemico e si teme un disastro ambientale. 

5,59 – Sirene d'allarme a Rivne e Lutsk nel nord-ovestLe sirene d'allarme hanno risuonato in due città nel nord-ovest dell'Ucraina, Rivne e Lutsk, poco prima delle 6 di mattina ora locale. Lo riferisce la Bbc. I cittadini sono stati invitati a raggiungere un rifugio

5,23 – Media: “Swift valuta attuare sanzioni contro Russia"La Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunications (Swift) ha espresso disponibilità ad attuare la decisione presa da Usa, Gran Bretagna, Europa e Canada sulle nuova sanzioni contro la Russia che prevedono l'esclusione dal sistema Swift, il sistema circolatorio delle transazioni finanziarie internazionali, di «selezionate banche russe». Lo riporta il canale televisivo Nbc, citando una dichiarazione dell'organizzazione. La notizia è riportata anche dall'agenzia Ria Novosti. Il Guardian riporta una dichiarazione in cui si legge: «Ci stiamo impegnando con le autorità europee per capire i dettagli delle entità che saranno soggette alle nuove misure e ci stiamo preparando a conformarci alle istruzioni legali», riporta il Guardian.

4,49 – Cnn: “Carri armati russi si dirigono verso Kharkiv”Una lunga colonna di carri armati e blindati russi stanno entrando in Ucraina provenienti da Belgorod e diretti verso Kharkiv. Lo riporta la Cnn, mostrando le immagini del convoglio militare. Diversi utenti ucraini su Twitter confermano di aver visto la lunga colonna di mezzi militari russi.

4,47 – Senatore repubblicano Cotton: “Boicottare la vodka”Le sanzioni e non solo per mettere k.o. la Russia di Vladimir Putin. In protesta contro l'invasione in Ucraina, molti negli Stati Uniti e nel mondo chiedono il boicottaggio del drink russo per eccellenza: la vodka. «Svuotate tutte le bottiglie di vodka russa e, insieme a munizioni e missili, speditele vuote in Ucraina affinché possano essere usate come bombe Molotov», twitta il senatore repubblicano Tom Cotton. Secondo quanto riportato dal New York Times, in Canada il Liquor Control Board dell’Ontario, la provincia più popolata del Paese, ha annunciato la rimozione di tutti i "prodotti russi" dai suoi 600 punti vendita.

4,46 – Media: “Distrutto convoglio forze cecene ‘Kadyrovites’ dal nome del leader Kadyrov. Saltati in aria 56 carri armati”L’esercito ucraino ha distrutto un convoglio delle forze speciali cecene, chiamato ‘Kadyrovites’ dal nome del leader ceceno Ramzan Kadyrov, a Hostomel, a circa 40 km da Kiev. Lo riferiscono i media locali, citando la conferma dell'ufficio di presidenza. Secondo fonti di Channel 24, l'esercito ucraino ha fatto saltare in aria uno scaglione di 56 carri armati russi dove si trovava anche il generale Magomed Tushayev, commandante del 141mo reggimento motorizzato della guardia cecena che è rimasto ucciso.

4,07 – Media: “Intatto edificio smaltimento rifiuti nucleari, colpita la recinzione”Il Servizio di emergenza statale ucraino ha precisato che il bombardamento sul sito di smaltimento di rifiuti radioattivi a Kiev non ha portato alla depressurizzazione dello stoccaggio di sostanze radioattive. Lo riferisce il “Kyiv Independent”, precisando che è stata colpita la recinzione del sito mentre l'edificio è rimasto intatto.

3,24 – Media: “Colpito sito smaltimento rifiuti nucleari a KievLe forze russe hanno colpito un sito di smaltimento di rifiuti radioattivi a Kiev. Lo riferisce il “Kyiv Independent”. Secondo un primo rapporto dell'Autorità nazionale per la regolamentazione nucleare dell'Ucraina, non ci sono minacce per le persone fuori dalla zona di protezione sanitaria

3,18 – Cnn: “Altri carri armati e lanciarazzi russi entrano in Ucraina”La Russia sta facendo entrare in Ucraina altri carri armati e lanciarazzi. Lo riporta Cnn mostrando le immagini dei mezzi pesanti russi che superano l'ultimo check point vicino a Belgorod, in Russia, prima di entrare in territorio ucraino nei pressi di Kharkiv.

3,13 – Colpito palazzo a Kharkiv, morta una donnaUna palazzo di nove piani a Kharkiv è stato colpito da un missile russo: una donna è morta e altre 20 persone sono state evacuate. Lo riferisce il servizio statale di emergenza ucraino per l'emergenza che, su Facebook, aggiunge: «Il nemico sta attaccando i quartieri residenziali. I soccorritori hanno evacuato circa 20 persone dall'ingresso distrutto dell'abitazione. Purtroppo, a causa del bombardamento che ha demolito l'edificio è rimasta uccisa una donna, residente al quinto piano dell'appartamento. Nel seminterrato dell'abitazione si nascondevano circa 60 persone. Nessuno di loro e' rimasto ferito».

2,53 – Fondatore Rakuten a Zelensky: “Donerò 8,7 mln dollari”Il miliardario giapponese Hiroshi “Mickey” Mikitani ha annunciato che donera' 8,7 milioni di dollari al governo dell'Ucraina, definendo l'invasione della Russia «una sfida alla democrazia». Il fondatore del gigante dell’e-commerce Rakuten ha scritto una lettera indirizzata al presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky spiegando che la donazione andrà a favore di “attività umanitarie per aiutare le persone in Ucraina che sono vittime della violenza». Mikitani ha ricordato di aver visitato Kiev nel 2019 e ha incontrato Zelensky. «I miei pensieri sono con te e con il popolo ucraino», ha scritto Mikitani nella lettera. «Credo che il calpestare un’Ucraina pacifica e democratica con la forza ingiustificata sia una sfida alla democrazia». «Spero sinceramente che la Russia e l’Ucraina possano risolvere in modo pacifico e che il popolo ucraino possa avere di nuovo la pace il più presto possibile».

2,51 – Trump: “Rischio guerra mondiale, avvertii Nato su Russia”«L'invasione su più fronti dell'Ucraina da parte della Russia potrebbe portare a una guerra mondiale: Joe Biden deve fare molto più che le sanzioni per fermare Vladimir Putin». Lo afferma Donald Trump in un’intervista a Fox, sottolineando che quanto sta accadendo in Ucraina è «orribile, non sarebbe mai dovuto accadere in nessuna circostanza». «Avevo messo in guardia la Nato sui pericoli» posti dalla Russia, aggiunge l'ex presidente. «Dicevano che avrei portato l'America in guerra, sono quello che invece vi ha portato fuori dalla guerra», dice al pubblico della conferenza dei conservatori.

2,50 – Onu: “Almeno 64 civili uccisi da inizio invasione, oltre 240 i feriti”Almeno 64 civili sono stati uccisi e 240 sono rimasti feriti in Ucraina da giovedì, giorno dell'inizio dell'invasione russa. Lo riferiscono le Nazioni Unite, aggiungendo che il bilancio reale delle vittime potrebbe essere molto più alto.

2,49 – ‘Guardian’: “Forse vive 13 guardie isola che insultarono russiSi ritiene che possano essere ancora vivi i 13 soldati ucraini che nel Mar Nero hanno difeso l'Isola dei Serpenti dall'attacco russo, e che a un ufficiale a bordo di una nave da guerra della marina di Mosca avevano risposto «fottiti» quando gli era stato chiesto di arrendersi. Lo riporta il Guardian, citando funzionari ucraini. Quel giorno c'erano 13 guardie di frontiera di stanza sull'isola rocciosa di circa 16 ettari di proprietà dell'Ucraina che si trova a circa 300 km a ovest della Crimea. Si credeva che tutti fossero morti dopo essersi rifiutati di arrendersi. Tuttavia, in una recente dichiarazione, il Servizio di guardia di frontiera dell'Ucraina (Dpsu) ha dichiarato: «Crediamo fermamente che tutti i difensori ucraini dell'isola possano essere vivi. Dopo aver ricevuto informazioni sulla loro possibile ubicazione, il Dpsu insieme alle forze armate ucraine stanno lavorando per identificare i nostri soldati».

2,32 – Macron a Lukashenko: “Ritiri le truppe russe dalla Bielorussia”«Stasera ho chiesto al presidente Lukashenko di ritirare le truppe russe dal suo territorio. La fratellanza tra i popoli bielorusso e ucraino dovrebbe portare la Bielorussia a rifiutare di essere vassallo della Russia e complice de facto nella guerra contro l'Ucraina». Lo scrive su twitter il presidente francese Emmanuel Macron. Dopo le esplosioni a Vasylkiv, la sindaca della città, Natalia Balasynovych, ha registrato un messaggio su Facebook in cui si rivolge ai suoi concittadini e, mostrando il video dell'incendio, dice: «Potete vedere cosa sta succedendo, potete vedere il fuoco – purtroppo, questo è il deposito di petrolio nel villaggio di Kriachky. Il nemico vuole distruggere tutto intorno, ma non avrà successo. Avete visto che durante il giorno c'è stato un pesante bombardamento di missili balistici. Anche la nostra base aerea è stata bombardata, ma è sotto il controllo dell'Ucraina. La notte sarà difficile qui, così come a Kiev, ma resisteremo e vinceremo, perché Dio è con noi», ha detto Balasynovych.

2,29 – Incendio nell’area circostante il deposito di petrolio esplosoUn incendio sta divampando nell'area di stoccaggio del petrolio a sud-ovest della pista principale della base aerea di Vasylkiv, che si trova a sud-ovest di Kiev. Lo riporta la Cnn. Secondo il sito “Kyiv Independent”, a causa del bombardamento e dell'esplosione del deposito di petrolio a Vasylkiv, una città a 40 chilometri a sud della capitale, il vento può portare via fumo e sostanze nocive, per questo, i residenti di Kiev devono chiudere bene le finestre. È la raccomandazione che l'amministrazione di Kiev ha rivolto a tutti gli abitanti della capitale.

2,00 – Capo forze armate ucraine: “Arruolati già 37 mila volontari”Il numero dei volontari che si sono uniti alle Forze della difesa territoriale ucraina è salito a 37 mila. Lo riferisce il comandante delle Forze armate ucraina, Valery Zaluzhny, su Facebook.

1,33 – Trump loda Zelensky: “È un uomo coraggioso”Il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky è un «uomo coraggioso». Lo afferma l'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump sul palco della conferenza dei conservatori, soffermandosi sulla telefonata con Zelensky al centro del suo primo impeachment.

Dnipro, nella capitale della resistenza: “Mariupol non deve cadere” monica perosino 27 Febbraio 2022

1,28 – Media Kiev: “Russi hanno fatto esplodere un gasdotto a Kharkiv”«I russi hanno fatto esplodere un gasdotto a Kharkiv», nel nord-est dell'Ucraina. Lo ha riferito l'account Twitter di “Kyiv Independent”, che accompagna la notizia con un video di un incendio sostenendo che si tratti delle immagini del gasdotto colpito.

La nuova Aleppo ucraina, tre milioni di ostaggi nel peggiore dei conflitti Domenico Quirico 27 Febbraio 2022

1,18 – Russia chiude spazio aereo a Paesi Baltici e SloveniaLa Russia ha chiuso il suo spazio aereo alle compagnie lettoni, lituane, slovene ed estoni, compresi i voli in transito. Lo ha reso noto l'Agenzia federale russa per il trasporto aereo (Rosaviatsiya). «A causa di mosse ostili da parte delle autorità aeronautiche di Lettonia, Lituania, Slovenia ed Estonia, saranno introdotte restrizioni per i vettori aerei degli Stati sopra menzionati», si legge in una nota. Le restrizioni si applicano ai «voli verso destinazioni sul territorio russo, compresi i voli di transito attraverso lo spazio aereo della Federazione Russa».

Gli oligarchi russi, cortigiani con affari in Europa: la guerra mette in crisi il patto Anna Zafesova 27 Febbraio 2022

01,16 – Usa: “Con Ue lavoriamo a lista banche fuori da Swift”La lista delle banche russe che saranno tagliate fuori da Swift è in via di definizione. Lo afferma un funzionario americano, sottolineando che gli Stati Uniti e l'Ue stanno lavorando a stretto contatto nella definizione.

01,12 – Intelligence Uk: “Forze russe non avanzano come si aspettavano”«Le forze russe non stanno avanzando in Ucraina come si aspettavano» a causa di «problemi logistici» e della «forte resistenza ucraina». Lo sostiene l'intelligence britannica in un aggiornamento pubblicato dall'account Twitter del ministero della Difesa di Londra. Secondo l'intelligence, inoltre, «le forze russe stanno subendo perdite e alcuni militari sono stati fatti prigionieri dagli ucraini».

01,01 – Usa: “Russia ora paria economico e finanziario globale”Le sanzioni occidentali per estromettere le banche russe dal sistema Swift rendono Mosca un «paria» finanziario che affronta un rublo in «caduta libera», ha detto un alto funzionario degli Stati Uniti. «La Russia è diventata un paria economico e finanziario globale», ha detto, e la banca centrale russa ora «non può sostenere il rublo».

Guerra in Ucraina, alleati o nemici? Una mappa per raccontare chi appoggia e chi condanna la Russia 26 Febbraio 2022

00,48 – Media: “Colpiti un deposito di petrolio e l’aeroporto vicino a Kiev”Il deposito petrolifero di Vasylkiv, a circa 40 km a sud da Kiev, è in fiamme. Secondo la sindaca della cittadina, Natalia Balasynovych, la città e l’aeroporto hanno subito pesanti bombardamenti dai missili russi, riporta il Kyiv Independent. Secondo la Cnn, le due grandi esplosioni che hanno illuminato il cielo di Kiev poco fa si sono verificate proprio intorno a Vasylkiv.

00,44 – Kiev: “Grazie amici Usa e Alleati per nuove sanzioni”«L’Ucraina è grata per l'ultima tornata di sanzioni finanziarie imposte alla Russia dagli Stati Uniti e dai suoi alleati», ha scritto il primo ministro ucraino Denys Shmygal in un post su Twitter. «Grazie ai nostri amici per l'impegno a estremoettere le banche russe dal sistema Swift».

00,35 – Kiev a hacker: “Attaccate banche e aziende russe”Il ministro ucraino per la trasformazione digitale, Mykhailo Fedorov, ha detto su Twitter che il Paese sta creando un «esercito informatico» per «continuare la lotta sul cyber fronte» contro la Russia che bombarda l'Ucraina. In un tweet, Fedorov ha incluso un link ad una chat di Telegram dove si incoraggiano hacker ad attaccare aziende russe dell'energia e della finanza. La lista include il gigante del gas Gazprom e banche come Sberbank e VTB.

00,30 – Macron: “Lutto in Europa per ucraini e per greci uccisi”«Non è solo il popolo ucraino a essere in lutto per la guerra iniziata dalla Russia, sono tutti i popoli d’Europa. Stasera i nostri pensieri vanno anche alla Grecia dopo la perdita di dieci dei suoi connazionali che vivevano in Ucraina, vicino a Mariupol». Lo scrive su Twitter il presidente francese Emmanuel Macron dopo l’annuncio di Atene della morte di dieci greci etnici uccisi dalle bombe russe.

00,28 – Musk mette a disposizione servizi internet StarlinkI servizi internet dei satelliti Starlink di Elon Musk sono «ora attivi in Ucraina». Lo afferma Musk rispondendo a un tweet del vice presidente ucraino Mykhailo Fedorov. Fedorov aveva chiesto a Musk di metterli a disposizione.

00,19 – Alleati: “Più coordinamento contro disinformazione e guerra ibrida”«Rafforzeremo il coordinamento contro la disinformazione e altre forme di guerra ibrida». Così in una dichiarazione congiunta di commissione Europea, Francia, Germania, Italia, Regno Unito, Canada e Stati Uniti.

00,00 – Cnn: “Forti esplosioni a Kiev”Una potente esplosione ha scosso Kiev, con il cielo notturno che si è illuminato: lo dice la Cnn, mostrando immagini che sembrano indicare la ripresa dei bombardamenti sulla capitale ucraina, come peraltro ci si attendeva. La forte esplosione sarebbe avvenuta a una ventina di chilometri dal centro della città. Una seconda esplosione ha scosso la parte occidentale di Kiev. Secondo la Cnn, questo secondo boato è arrivato dalla zona sud-ovest, in direzione del secondo più grande aeroporto della città.

La terza giornata di guerra: ecco cosa è successo

Simili scatti
Scatti più popolari di questa settimana