Temi caldi chiudere

Kiev sotto assedio. I russi entrano a Kharkiv, si combatte strada per strada

Prosegue l'attacco delle forze di Mosca, entrate nella seconda città dell'Ucraina. I missili hanno colpito Vasylkiv, una grande base militare a 30 chilometri da Kiev. Ue e Usa per sospensione della Russia dallo Swift che sta valutando l'applicazione del

AGI - Ucraina ancora sotto attaco da parte delle forze armate russe. Nella notte un'enorme esplosione ha illuminato il cielo di Kiev. 

L'esplosione è avvenuta vicino a Vasylkiv, a circa 30 chilometri a sud di Kiev. Vasylkiv ha una grande base aerea militare ed è stata teatro di pesanti combattimenti venerdì sera. 

 Secondo la sindaca Natalia Balasynovych, la città e l'aeroporto hanno subito pesanti bombardamenti da parte di missili russi, come riportato dal sito Kyiv Independent. "Il nemico vuole distruggere tutto quello che c'è intorno, ma non ci riuscirà. Resistete", sono le parole della sindaca Balasynovych. 

Successivamente è stato colpito un Gasdotto a Kharkiv dopo un attacco russo. Lo  ha riportato il sito Kyiv Independent, che ha mostrato anche un video in cui si vede l'esplosione. 

A Kiev le sirene hanno suonato mettendo inallarme la cittadinanza e si sono sentite alcune esplosioni a Kiev. Le persone sono state invitate a cercare riparo nei rifugi.

L'Occidente ha deciso di escludere le banche russe dal sistema Swift

Per convincere Vladimir Putin a lasciare la presa sull'Ucraina, gli alleati occidentali hanno deciso di usare una pesante misura economica. Gli Stati Uniti, l'Ue, il Regno Unito e il Canada hanno annunciato l'espulsione di alcune banche russe dal sistema di pagamenti globali Swift, una rete che collega le banche di tutto il mondo ed è considerata la spina dorsale della finanza internazionale; e anche misure per evitare che la Banca centrale russa possa compensare le misure punitive con le riserve monetarie accumulate da Putin.

È la risposta più dura finora all'invasione dell'Ucraina, una risposta che arriva in una serata, la terza, in cui si preannunciano nuovi pesanti bombardamenti su Kiev, ormai accerchiata ma che non cede. Ed e' una vittoria per l'Ucraina, che da giovedi' implorava i Paesi affinche' escludessero la Russia da Swift. Il governo di Kiev era arrivato addirittura a dire, con il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba, che chi non lo avesse fatto avrebbe avuto "le mani sporche di sangue".

Sin dall'inizio Boris Johnson e Joe Biden avevano sventolato la misura come l'asso nella manica per portare a più miti consigli Vladimir Putin, provocando una serie di distinguo tra gli alleati. La resistenza di Francia, Germania e Italia si e' andata via via affievolendo fino a quando, parlando con il presidente Volodymyr Zelensky, il premier Mario Draghi ha detto esplicitamente che il governo avrebbe sostenuto l'impegno dell'Ue sulle sanzioni, "comprese quelle relative a Swift".

Le misure arrivano nel giorno in cui alle truppe russe è stato ordinato di lanciare un'offensiva a tutto campo. Ma l'esercito ucraino resiste, anche oltre le attese, e mantiene finora il controllo della capitale, Kiev, dove rimane il presidente Zelensky, nascosto in qualche luogo nella città, da dove continua a incoraggiare la resistenza.

La decisione è stata ufficializzata con una nota congiunta che però non ha fornito grandi dettagli sui tempi di applicazione nè su quali banche russe saranno prese di mira. "La Russia sarà ritenuta responsabile e insieme faremo in modo che la guerra sia un fallimento strategico per Putin", si legge nella nota in cui gli alleati hanno ripetuto il sostegno all'Ucraina "in questa ora buia".

Le misure "danneggeranno in modo significativo la capacità di Putin di finanziare la sua guerra. Avranno un impatto erosivo sull'economia", ha aggiunto Ursula von der Leyen. "Putin ha intrapreso un percorso con l'obiettivo di distruggere l'Ucraina -ha insistito la presidente della Commissione europea- ma quello che sta facendo è distruggere il futuro del suo stesso Paese".

Ci sono pochi precedenti per una mossa del genere, in particolare contro un Paese che dispone di armi nucleari. È la prima volta che viene sanzionata la banca centrale di un Paese del G20 e finora sono stati rimossi dal sistema di pagamenti Swift solo Iran e Corea del Nord; gli Usa finora avevano imposto sanzioni solo alle banche centrali di Iran, Venezuela e Corea del Nord.

Il Cremlino si era comunque gia' preparato alla possibilita' di essere tagliato fuori e dal 2014, dopo l'invasione della Crimea, temendo la misura di ritorsione, ha creato un sistema di trasferimento chiamato SPFS con cui nel 2021 ha gestito un quinto del volume di pagamenti russi.

  • 09:04 Zelensky, ok ai negoziati ma non in Bielorussia

    L'Ucraina è aperta ai negoziati con Mosca, ma non in Bielorussa: lo ha affermato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, repingendo così la proposta avanzata dal Cremlino.  "Vogliamo questo incontro, vogliamo che la guerra finisca. Varsavia, Bratislava, Budaspest, Istanbul, Baku. Le abbiamo proposte tutte ai russi. Sì, e qualsiasi altra città di un Paese che non ci lancia missili contro ci andrebbe bene", ha affermato in un video Zelenzky.

  • 09:03 La Polonia provvede a un treno speciale per il trasporto dei feriti

    La Polonia allestirà un treno speciale per il trasporto dei feriti dall'Ucraina agli ospedali della capitale Varsavia. "La Polonia non dimentica di fornire aiuto all'Ucraina. Stiamo preparando un treno per le persone rimaste ferite a seguito delle operazioni militari della Russia contro l'Ucraina" ha informato in un tweet Stanislaw Zaryn, portavoce del ministero che coordina i servizi speciali.

  • 08:39 Zelensky, notte brutale, russi hanno colpito civili

    L'ultima notte è stata "brutale": le truppe russe hanno attaccato "zone abitate da civili", dove non ci sono infrastrutture militari. Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky.

  • 08:36 Putin elogia 'l'eroismo' delle forze impegnate

    Il presidente russo, Vladimir Putin, ha elogiato l'eroismo delle forze impegnate in Ucraina.

  • 08:30 Cremlino, pronti a negoziati in Bielorussia

    La Russia è pronta ai negoziati con l'Ucraina in Bielorussia: lo ha detto il Cremlino, il cui portavoce, Dmitry Peskov, ha precisato che una delegazione russa è già nella città bielorrusa di Gomel ad aspettare i rappresentanti di Kiev.

  • 08:29 La Finlandia chiude lo spazio aereo ai velivoli russi

    La Finlandia ha annunciato la chiusura dello spazio aereo ai velivoli russi a seguito dell'invasione dell'Ucraina e sull'esempio di molti Paesi europei. Lo ha annunciato il ministro dei Trasporti finlandese, Timo Harraka, in un tweet pubblicato questa notte.

  • 08:28 Uccisa una civile a Kharkiv da un colpo dell'artiglieria russa

    Una donna è rimasta uccisa negli scontri in corso a Kharkiv. Lo riferisce la Cnn citando il Servizio di emergenza statale ucraino. La donna si trovava in casa, in un palazzo residenziale di nove piani nella zona orientale della città, quando l'edificio è stato colpito dall'artiglieria russa. L'edificio è stato pesantemente danneggiato e i suoi occupanti, un'ottantina di persone, si sono messi in salvo rifugiandosi nel seminterrato.

  • 08:25 Zelensky, "creata Legione stranieri, arruolatevi"

    L'Ucraina sta creando una Legione straniera per arruolare i volontari provenienti dall'estero. Lo ha annunciato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky. "Questa sarà la prova del vostro sostegno al nostro Paese", ha affermato Zelensky in un appello diffuso da diversi media internazionali.

  • 08:20 Media, esplosioni a Kharkiv e Kherson

    Nelle ultime due ore sono state udite esplosioni nelle città di Kharkiv e Kherson: lo riporta la Bbc. Le truppe sono già entrate a Khakiv, seconda città dell'Ucraina, e stanno combattendo strada per strada contro le forze di Kiev. Kherson è invece assediata dalle truppe di Mosca.

  • 08:00 Mosca, colpiti missili e altri obiettivi militari

    L'esercito russo ha colpito un'altra volta obiettivi militari ucraini con armi di alta precisione: lo afferma il ministero della Difesa russo precisando che le sue truppe hanno distrutto 2 missili tattici Tochka-U, 223 carri armati, 8 elicotteri da combattimento e 31 sistemi di difesa aerea S-300 dell'esercito ucraino. Secondo Mosca, le sue truppe sono avanzate di 52 chilometri dall'inizio dell'attacco.

  • 07:35 Mosca, accerchiate Kherson e Berdiansk

    Il ministero della Difesa russo afferma che le sue truppe hanno accerchiato due grandi città del sud dell'Ucraina, Kherson e Berdiansk.  "Nelle ultime 24 ore le forze armate russe hanno completamente bloccato le città di Kherson e Berdiansk", che hanno rispettivamente 290 mila e 110 mila abitanti, ha reso noto il dicastero, citato dall'agenzia Tass.

  • 07:34 A Kharkiv si combatte strada per strada

    Le truppe russe sono entrate a Kharkiv, la seconda città dell'Ucraina, nell'est del Paese, dopo una notte di pesanti bombardamenti. Scontri sono in corso nella città. La conferma arriva da numerose fonti, tra cui lo stesso governatore di Kharkiv che ha postato un messaggio sulla sua pagina Facebook. Secondo l'agenzia Interfax, che cita il Ministero della Difesa di Mosca, le forze armate russe hanno catturato 471 soldati ucraini che si sono arresi nella regione di Kharkiv.

  • 07:21 L'ambasciatore cinese, lasceremo il Paese quando sarà sicuro

    L'inviato cinese in Ucraina ha spiegato che le condizioni attuali sono troppo pericolose per evacuare i cittadini, dopo che l'ambasciata ha assicurato che avrebbe preparato un piano per aiutare le persone a lasciare il paese dopo l'invasione russa. In un lungo messaggio video sull'account ufficiale WeChat dell'ambasciata, l'ambasciatore cinese Fan Xianrong ha cercato di dissipare le voci secondo cui avrebbe già lasciato Kiev e ha invece voluto rassicurare i cittadini cinesi rimasti bloccati in Ucraina. "Dobbiamo aspettare che sia sicuro prima di partire", ha detto Fan dal suo ufficio, seduto di fronte a una bandiera cinese.

  • 07:10 Il ministro della Difesa: "72 ore di resistenza, respingeremo l'occupante russo!"

    "72 ore di resistenza! Il mondo non ci credeva. Il mondo dubitava. Ma noi non ci siamo limitati a stare in piedi, abbiamo continuato con fiducia a combattere con l'occupante russo! Abbiamo mostrato al mondo che non abbiamo paura, che siamo forti e che respingiamo l'occupante". Lo scrive su twitter il ministro della Difesa ucraino, Oleksii Reznikov.

    72 hours of resistance! The world didn’t believe. The world doubted. But we did not just stand, we confidently continue to fight with russian occupant!We showed the world - don’t be afraid , be strong & repel it! Support of must be more stronger! Your safety depends on us! pic.twitter.com/SlHhv6tGuz

    — Oleksii Reznikov (@oleksiireznikov) February 27, 2022
  • 07:08 Colpito un sito di smaltimento di rifiuti nucleari a Kiev

    Le forze russe hanno colpito un sito di smaltimento dei rifiuti radioattivi a Kiev. L'Associazione Radon ha registrato il bombardamento con le sue telecamere di sorveglianza. Il servizio statale di emergenza ha poi chiarito che l'attacco non ha provocato la depressurizzazione del deposito di sostanze radioattive. L'edificio e i serbatoi sarebbero rimasti intatti. Lo riferisce il sito Kyiv Independent.

  • 07:04 Onu, almeno 64 civili uccisi,240 coinvolti da attacco

    Le Nazioni Unite hanno comunicato che almeno 240 civili sono rimasti coinvolti dall’attacco russo in Ucraina. Di questi, 64 persone sono state uccise, ma l’Onu ritiene che il “numero reale sia molto più alto”. I dati sono stati forniti in tarda serata dall’ufficio del Coordinamento degli Affari umanitari. I danni agli edifici civili hanno tolto a centinaia di migliaia di persone l’accesso a luce e acqua. La situazione più drammatica è nel nordest e nel sud dell’Ucraina. Il bilancio della guerra, fino a venerdì, era stato di 25 civili morti e 102 feriti. Di fatto i morti sono più che raddoppiati nella sola giornata di sabato.

  • 07:01 Macron a Lukashenko, ritiri truppe russe da Bielorussia

    "Stasera ho chiesto al presidente Lukashenko di ritirare le truppe russe dal suo territorio. La fratellanza tra i popoli bielorusso e ucraino dovrebbe portare la Bielorussia a rifiutare di essere vassallo della Russia e complice de facto nella guerra contro l'Ucraina". Lo scrive su twitter il presidente francese Emmanuel Macron.

    Ce soir, j'ai demandé au Président Loukachenko le retrait des troupes russes de son sol. La fraternité entre les peuples biélorusses et ukrainiens devrait conduire la Biélorussie à refuser d'être le vassal et le complice de fait de la Russie dans la guerre contre l'Ukraine.

    — Emmanuel Macron (@EmmanuelMacron) February 27, 2022
Simili scatti
Scatti più popolari di questa settimana