Temi caldi chiudere

Milan, poker all'Empoli: in cattedra Kessie, autore di una doppietta

Molto bene anche Saelemaekers, a segno Florenzi e Theo Hernandez. I rossoneri non perdono la scia dall'Inter
L'ivoriano Franck Kessie festeggiato dai compagni
L'ivoriano Franck Kessie festeggiato dai compagni

Empoli - Il Milan ha battuto 4-2 l'Empoli nella gara valida per la 19esima giornata della Serie A 2021/2022 in scena allo stadio Castellani di Empoli. Pronti via e l’Empoli va subito vicino al gol: Stojanovic becca Bajrami libero in area, ma il suo tiro finisce fuori. All’8’ azione elaborata del Milan, ma la girata di Messias non mette in difficoltà Vicario. Destro-sinistro di Saelemaekers un minuto dopo, il portiere toscano blocca senza problemi. È il preludio del gol del Milan: al 12’ Saelemaekers crossa al centro dell'aria con Giroud che, di spalle a terra, consegna l'assist decisivo a Kessie: 0-1. Ma passano appena sei minuti e l’Empoli perviene subito al pareggio: Henderson crossa al centro dell’aria, Kessie rinvia di testa ma la palla arriva sul piede di Bajrami che, di controbatto, insacca nell’angolo sinistro, con Maignan che non sembra totalmente esente da colpe.

Alla mezz'ora l'arbitro Di Bello decide di non sanzionare il contatto in area di rigore del Milan tra Parisi e Tonali, la decisione è giusta. Brivido per i tifosi rossoneri al 37', quando Tomori non interviene su una palla dove si avventa Pinamonti che conclude a rete, Maignan è provvidenziale. Al 42', un po' a sorpresa, arriva il 2-1 del Milan: ancora una bella giocata di Saelemaekers, che offre una palla al bacio a Kessie che conclude sotto le gambe di Vicario e segna. Il portiere dell'Empoli, però, si riscatta sul finire del primo tempo deviando in angolo un'ottima conclusione di Saelemaekers. Dall'angolo successivo, poi, Romagnoli spara alto da due passi.

Il secondo tempo si apre con la traversa piena presa da Bajrami, che si era liberato di Florenzi con un po' di fortuna. Poi molto studio, pochi spazi, tanta lotta ma nessuna chiara occasione da rete. Serviva una giocata singola per sbloccare il match e ci pensa allora Florenzi, con una punizione dal limite, a siglare il 3-1 prima di uscire dal campo per fare spazio a Kalulu. Ci prova Zurkowski, ma Maignan risponde presente (67') ma ad andare ancora a segno è il Milan, che cala il poker con Theo Hernandez (69'). La partita scorre via con la gestione del Milan, fino al minuto 83', quando Bakayoko tocca la palla di mano e Di Bello sanziona il tocco dopo aver analizzato il tutto al Var: è rigore, dal dischetto Pinamonti sigla il 4-2 finale.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla community

per ricevere ogni giorno la newsletter con le notizie della tua città

Simili scatti