Temi caldi chiudere

What They Had la vera storia strappalacrime dietro l'Alzheimer

Il film What They Had tratto da una storia vera. L'ispirazione da un caso di Alzheimer presente nella famiglia della regista

What They Had la vera storia strappalacrime dietro l’Alzheimer

Il film What They Had tratto da una storia vera. L’ispirazione da un caso di Alzheimer presente nella famiglia della regista

Il film What They Had colpisce chiunque sia stato toccato dall’Alzheimer. E non solo per la parte del dolore, ma anche per la parte del ridere attraverso il dolore. La lentezza e la rapidità. La parte in cui il vostro caro tiene una spillatrice sulla testa invece di un telefono cordless e tutti scoppiano a ridere. Almeno questo è il modo in cui What They Had, basato sulla storia vera della famiglia della regista e sceneggiatrice Elizabeth Chomko, ne mostra un aspetto. “Direi che è sicuramente un resoconto romanzato, un resoconto drammatizzato di ciò che ho osservato nella mia famiglia e in altre famiglie che stavano vivendo esperienze simili” ha raccontato la regista. What They Had è incentrato su una donna, Bridget (Hilary Swank), che torna nella sua città natale, Chicago, con la figlia Emma (Taissa Farmiga), che frequenta il college, quando l’Alzheimer di sua madre Ruth (Blythe Danner) è arrivato al punto di prendere in considerazione la possibilità di ricoverarla in una casa di riposo.

Il problema principale? Il fratello di Bridget, Nick (Michael Shannon), spinge per una casa di riposo, ma il padre dei fratelli, Burt (Robert Forster), è completamente contrario. È una situazione complicata, ma che le famiglie devono affrontare ogni giorno. “Dopo aver visto così tante persone rispondere a questa sceneggiatura e al film, mi sembra di essere entrata in qualcosa che molte famiglie stanno affrontando e a cui non sanno dare un nome”, dice Chomko, “cercando di prendersi cura degli anziani e di fare da genitori, cercando di affrontare nel modo più delicato possibile questa parte davvero difficile della vita”. Alla nonna della regista è stato diagnosticato l’Alzheimer quando lei aveva 68 anni e Chomko circa 21. Nessuno dei personaggi del film “è” Chomko – lei si identifica con “un pezzo di tutti loro”. Ad esempio il personaggio di Emma ha circa l’età che Chomko aveva quando è stata diagnosticata la malattia a sua nonna. La regista ha detto di aver pensato a come era lei da bambina e di aver parlato della storia con i suoi fratelli e con gli amici.

La storia vera di What They Had: come sta la nonna della regista

Nel film tutti i personaggi vedono la situazione della salute di Ruth in modo molto diverso per mostrare l’impatto che ha avuto su tutta la famiglia. Per esempio, Nick, che vive vicino ai suoi genitori a Chicago, sta spingendo per una vita assistita, perché vede quanto sia difficile per i suoi genitori ogni giorno. Nel frattempo, Burt vuole che Ruth rimanga a casa perché è la sua compagna ed è lì che è destinata a stare. E poi Emma, che vede la nonna solo di tanto in tanto, trova l’intera faccenda frustrante e triste. Sebbene le relazioni nel film e l’argomento siano molto pesanti, ci sono molti momenti leggeri, proprio come accade nel mondo reale. “Sono cresciuta a Chicago e la nostra era una famiglia che rideva”, ha raccontato Chomko. “Ci prendevamo sempre in giro senza pietà, ma nel modo più affettuoso e bonario possibile… Erano cattolici molto seri, ma non seri su tutto il resto”.

La Chomko ha dato importanza al fatto che i momenti divertenti sembrassero reali e ha raggiunto questo difficile equilibrio, in parte, creando situazioni in cui la famiglia è in grado di ridere con Ruth. Nella sua vita reale, dice, “pensavo che avremmo potuto perdere quella leggerezza di spirito [dopo la diagnosi della nonna], perché come poteva essere divertente qualcosa? Se lei è lì e non si ricorda chi siamo, come si fa a ridere di questo? Ma la sua malattia mi ha davvero sorpreso in molti modi. Abbiamo davvero riso e per certi versi abbiamo riso più forte e più intensamente, credo nel modo in cui si ride quando il cuore sta per spezzarsi”. Purtroppo, la nonna di Chomko è morta nel 2018 dopo una battaglia di 17 anni contro la malattia. Sebbene fosse ancora viva quando è stato girato What They Had, la regista ha detto che il film è nato da un luogo di dolore. “Non pretendo di sapere nulla su come le persone dovrebbero vivere o amare o altro”, ha dichiarato Chomko, ma è stata soddisfatta della reazione delle persone. “Ciò che sembra essere la parte più bella è che le persone si rendono conto, vedono e iniziano a dialogare e capiscono, all’improvviso, che non sono sole e che non stanno attraversando qualcosa di strano o anormale o disfunzionale. È solo un pezzo di vita”.

Simili scatti
Scatti più popolari di questa settimana